Dal porto di Napoli a Palermo, partita la Carovana x la Giustizia

La CarovanaXlaGiustizia ha davanti a sè centinaia di chilometri, decine di carceri e tantissime persone che attendono il Partito Radicale e l’Unione Camere Penali!

La nave è appena salpata dal porto di Napoli e i carovanieri del Partito Radicale Rita Bernardini, Sergio D’Elia, Maurizio Turco, Antonio Cerrone, Antonella Casu, Donatella Corleo, Gianmarco Ciccarelli, Maria Antonietta Farina Coscioni, Matteo Angioli, Elisabetta Zamparutti. Sono diretti a Palermo dove sbarcheranno all’alba di domani per dare il via ufficiale alla Carovana per la Giustizia, organizzata insieme all’Unione delle Camere Penali Italiane.

Tra gli obiettivi della Carovana oltre alla raccolta firme per la separazione delle carriere tra pm e giudici e le iscrizioni al partito di Marco Pannella, c’è anche quello dell’approvazione dei decreti delegati della riforma dell’Ordinamento Penitenziario.

Proprio su questo, prima di partire, l’esponente radicale Rita Bernardini ha dichiarato:

“A inizio luglio il Ministro Orlando disse “Sulla questione dell’attuazione, sulla questione della vicenda penitenziaria io do massima priorità a questo, vorrei chiudere entro il mese di agosto anche perché il lavoro di elaborazione era già stato fatto anticipatamente nell’ambito degli Stati Generali dell’Esecuzione Penale. Do la mia parola che entro agosto voglio finire perché poi entriamo in un periodo in cui sarebbe più difficile fare una discussione serena. Quindi abbiamo un lavoro che è stato già fatto”.

Adesso invece istituisce una serie di commissioni che hanno tempo fino al 31 dicembre per presentare i decreti attuativi dell’ordinamento penitenziario. Noi come partito radicale chiediamo che le Commissioni preparino le bozze entro il mese di agosto”. 

Mentre l’avvocato Gian Domenico Caiazza, Responsabile dei rapporti istituzionali e con le forze politiche del Comitato promotore Ucpi sottolinea che

“le Camere Penali siciliane daranno un contributo decisivo al successo di questa iniziativa organizzando eventi quasi quotidiani. Questo darà un ulteriore impulso alla comune battaglia per la separazione delle carriere tra pm e giudici, senza la quale i principi costituzionali del giusto processo sanciti dall’articolo 111 sono destinati a rimanere parole vuote”.

Primi appuntamenti sull’isola sabato 29, al tavolo di raccolte firme a Castellamare del Golfo, organizzato dalla Camera Penale locale e domenica 30 con le prime visite delle 22 carceri siciliane, si parte con quello dell’Ucciardone di Palermo e con quello di Termini Imerese.

Tutti gli aggiornamenti sul sito ufficiale della Carovana per la Giustizia.

Qui il programma della Sicilia, vuoi salire sulla Carovana anche tu? Scrivici qui.

Precedente Partito Radicale e UCPI al Salone di Torre Argentina, pronti a partire Successivo Il Diritto per combattere la mafia. Oggi Ucciardone e Termini Imerese